WC e sanitari design, arredare il bagno con gusto

Al giorno d’oggi ristrutturare il bagno si è trasformata in un’esperienza piacevole perché sul mercato vi sono prodotti di qualità e dal design innovativo che possono soddisfare tutte le vostre esigenze. Milanomia, in questo articolo, vuole offrirvi delle soluzioni per arredare il bagno con gusto.

WC e sanitari design

Molti sono gli stili a cui si può far riferimento per creare un ambiente unico e personalizzato. Lo stile minimal rende il bagno un zona relax di gran stile con sanitari squadrati dalle linee sobrie e pulite. In base allo spazio di cui si dispone si potranno scegliere i sanitari sospesi.

Sono molto confortevoli e rappresentano un’ottima scelta se il bagno è piccolo così da poter ottimizzare gli spazi e facilitare la pulizia dei pavimenti. In commercio se ne trovano quadrati, ovali, rotondi, rettangolari e decorati così da soddisfare a pieno le vostre richieste. Le docce  possono esser realizzate con vetri a prova d’urto e includere getti molto grandi o avere una sauna annessa.

Se preferite, invece, la vasca da bagno, potrete trovare dei modelli combinati, con una parte dedicata alla doccia, accontentando un po’ tutti.

WC e sanitari design1

Nello stile giapponese il bagno è un ambiente rilassante e distensivo. I sanitari sono in ceramica bianca o granagliata in finto legno e la vasca da bagno è l’elemento più importante. I colori, il wc, i sanitari, la rubinetteria e gli accessori possono rendere la vostra stanza un ambiente unico e rilassante.

Lo stile provenzale prevede, invece, la scelta di sanitari classici ma dalle forme morbide e sinuose che donano un tocco elegante, dal sapore retrò. Vari sono gli stili a cui si può fare riferimento e la scelta dei sanitari è molto importante quando decidiamo di arredare il nostro bagno. I sanitari installati a filo parete, ad esempio, hanno un sistema di scarico che può convertirsi a pavimento impiegando un’apposita curva tecnica. Sono esteticamente molto belli e si possono trovare tondeggianti e di vari colori.

Se volete ristrutturare il bagno potete contattare noi di Milanomia e un nostro tecnico sarà da voi per effettuare il preventivo dettagliato e a costi contenuti. Effettuiamo interventi precisi, grazie al nostro personale specializzato e abilitato, nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Come sbloccare lo scarico della cucina: prodotti consigliati

Se lo scarico della cucina risulta intasato e non riuscite a sbloccarlo, Milanomia vi offre dei semplici consigli su come riuscirci da soli, senza richiedere l’intervento di un nostro idraulico.

Prima di tutto potete provare a scaldare l’acqua in un pentolino sino a che non diventa bollente. Subito dopo dovete versare nel tubo di scarico mezza scatola di bicarbonato di sodio e cinque cucchiai di sale grosso da cucina.

Dopo aver versato su di essi l’acqua precedentemente riscaldata, stando attenti a non scottarvi, dovrete attendere circa 30 minuti prima di far scorrere dell’acqua calda dal rubinetto e rendervi conto che il tubo si è liberato. Con uno sturalavandino a ventosa, a pistola o a molla si potrebbero eliminare i residui alimentari che ne hanno comportato il blocco.

sblocco scarico cucina milano

sbloccare scarico cucina milano

Sul mercato si possono trovare dei rimedi chimici per liberare il tubo di scarico del lavandino ma è opportuno far attenzione affinché non danneggino il materiale dello scarico. La soda caustica a scaglie da gettare nel tubo del lavandino con l’aggiunta di acqua bollente è molto efficace per sbloccare lo scarico della cucina ma è di fondamentale importanza star molto attenti perché è un prodotto altamente ustionante.

In commercio si può facilmente acquistare l’idraulico liquido. E’ un prodotto da versare nel tubo di scarico e farlo agire per 15 minuti prima che faccia effetto.

Una soluzione ecologica che non contiene né acidi né prodotti chimici è l’ Household sturascarichi, una soluzione che permette lo sblocco dello scarico attraverso una pressione a gas generata da un propellente.

Se, nonostante tutto ciò, non siate riusciti a sbloccare lo scarico della cucina potete contattare direttamente il nostro Servizio di Pronto Intervento Idraulico a Milano. Ci avvaliamo di tecnici preparati ed efficienti in grado di intervenire tempestivamente per risolvere qualsiasi problema idraulico.

Siamo operativi e reperibili a Milano e in provincia, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di notte e nei giorni festivi.

Interventi per il risparmio energetico: dove si applica la detrazione fiscale

La Legge di Stabilità 2015 ha prorogato, sino al 31 dicembre 2015, la detrazione fiscale per tutti gli interventi inerenti alla riqualificazione energetica degli edifici.

Il beneficio consiste in una detrazione lorda che è fatta valere sia sull’Irpef che sull’Ires. A partire dal 1° gennaio 2016 il beneficio passerà dal 65 al 36% per le spese che riguardano le ristrutturazioni edilizie. È stata aumentata, dal 4 all’8%, la percentuale della ritenuta di acconto sui bonifici che banche e poste devono operare all’impresa che effettua i lavori.

risparmio energetico detrazione fiscale milano

risparmio energetico detrazione fiscale milano

L’agevolazione fiscale è stata estesa anche all’acquisto e alla posa in opera di schermature solari, nel limite di 60.000, e di impianti di climatizzazione invernali dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nel limite di 30.000 euro. La detrazione viene ripartita in dieci rate annuali, ognuna del medesimo importo, ed è applicata nel caso in cui le spese sono state sostenute per:

–       Riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento

–       Miglioramento termico dell’edificio

–       Installazione dei pannelli solari

–       Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

La detrazione massima cambia a seconda del tipo di intervento:

–      Riqualificazione energetica  – 100.000 euro

–      Involucro degli edifici – 60.000 euro

–      Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali, in piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, istituti scolastici e università– 60.000 euro

–      Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale – 30.000 euro

–      Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili – 30.000 euro solo per l’anno 2015

–      Interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria – 30.000 euro

Possono fruire del beneficio fiscale i titolari di un diritto reale sull’immobile, i condomini nel caso di interventi su parti comunali condominiali, gli inquilini e coloro che hanno l’immobile in comodato, i familiari conviventi con il possessore dell’immobile che è oggetto dell’intervento.

Nella detrazione fiscale rientrano i costi per i lavori edili relativi all’intervento di risparmio energetico e i costi per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento e acquisire la certificazione energetica richiesta.

Attenzione: non è più previsto l’obbligo di effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrare quando i lavori proseguono per più anni (Dlgs n. 175/2014 – semplificazioni fiscali).

Call Now Button0240042479